INTEGRAZIONE E


SOLIDARIETÀ

title-img

Progetto “Integrazione e Solidarietà”

Contro il disagio sociale provocato dalle disabilità psicofisiche e socioeconomiche

L'A.s.d. Silvio Pellico 3P attraverso una rete costituita con l’associazione Amicizia e Solidarietà Onlus di Sassari, la Cooperativa SDP Servizi di Sassari, l'ASD Sandalyon Quartu, il Comune di Cheremule e la Partnership della Presidenza del Consiglio Regionale della Sardegna, degli Istituti Comprensivi "Salvatore Farina e Pasquale Tola" di Sassari, l’Asd Sporting di Thiesi, il Comune di Sassari, la Fipav Regione Sardegna, la Fipav Comitato Territoriale di Sassari, l'ASD Altair di Vicenza, l'ASD Diavoli Rosa di Brugherio, l'Associazione Happy Clown di Sassari, il Panatlon Club di Sassari, l'Associazione Pro.ci.s.s di Ossi ed il Ristorante Pizzeria Speed Date di Sassari, nel riconoscere la valenza sociale, psicofisica, associativa ed educativa dello sport, si propone di offrire, ai giovani ragazzi appartenenti a famiglie in difficoltà economica, nonché ai nuovi ragazzi che in fuga dalla guerra e dai regimi terroristici, che sono stati ospitati nella nostra comunità, attività sportive e sociali inerenti la pallavolo, per favorirne la crescita e l’integrazione sociale.

Tutto ciò nasce dall' importanza di far socializzare i ragazzi in altri contesti oltre a quelli scolastici, per formare il loro carattere facendoli vivere in ambienti tutelati in cui i principi di correttezza, onestà, collaborazione, impegno e risolutezza sono alla base delle relazioni tra individui, possibilità che ad alcuni viene negata per questioni di carattere socioeconomico, visto che la crisi economica ha mutato rapidamente gli scenari sociali, indebolendo, in particolare, le strutture familiari più vulnerabili e soprattutto quelle con figli minori in condizione di maggiore fragilità. 

L'aumento della povertà, della dispersione scolastica, del lavoro minorile e dell'esclusione sociale, sono i drammatici effetti della crisi e del progressivo calo di risorse destinate alle politiche per l'infanzia e l'adolescenza, che sta letteralmente soffocando i diritti di molti ragazzi.

La mancanza di una visione chiara degli investimenti per l'infanzia e l'adolescenza e l’assenza di fondi sia a livello Nazionale che a livello locale aumenta il disagio di molti minori in tutte le comunità. Da qui nasce la necessità di integrare i servizi per migliorare qualitativamente la vita dei ragazzi che per questioni economiche rischiano di trovarsi in situazioni di disagio.

Ulteriore problema non è solo la questione economica, ma bensì l’integrazione dei ragazzi extracomunitari, provenienti da tutte le parti dell’Africa. Il progetto europeo e nazionale di accoglienza ha permesso alle famiglie in fuga dai regimi dittatoriali e terroristici di essere accolte ed ospitate in apposite strutture dislocate in tutto il territorio nazionale, garantendo a questi un tetto, un pasto e la possibilità di far fronte alle esigenze primarie.

Tutto ciò è molto importante, ma è ben lontano dall’agevolare e favorire l’integrazione sociale, dimostrazione di ciò, sono i recenti avvenimenti, accaduti nella città di Sassari e divulgati dai media locali (rissa tra cittadini ed extracomunitari che ha coinvolto più di 70 persone).

La combinazione di queste mancanze potrebbe far nascere in alcuni ragazzi il presupposto per una possibile situazione di devianza, nonché di esclusione sociale, problemi che potrebbero (almeno in parte) essere prevenuti, permettendogli di sviluppare il loro carattere e la loro educazione giovanile all’interno di ambienti differenti e protetti.

Galleria Video

Per questo motivo, con i nostri collaboratori, ed in particolare l’ Istituto Comprensivo "Salvatore Farina" di Sassari e la Cooperativa SDP servizi di Sassari, abbiamo deciso di individuare una ventina di ragazzi e di cercare di coinvolgerli nella vita sociale attraverso lo sport. Durante tutto l'anno agli utenti selezionati in collaborazione con l'Istituto Comprensivo , la coop. Integrazione e i Dirigenti della Asd Silvio Pellico 3P, verranno offerte gratuitamente le attività sportive e sociali organizzate dalla struttura, in particolare l’apprendimento della pallavolo.

La stessa permetterà ai ragazzi di confrontarsi con coetanei provenienti da tutta la regione e anche con alcuni atleti di squadre dell'isola, attraverso l’organizzazione di un apposito torneo, in collaborazione con le ASD Meilogu Thiesi, ASD Quartu, ASD Altair Vicenza, ASD Diavoli Rosa Brugherio Milano, con il sostegno del Panathlon International di Sassari.

Durante la primavera verranno organizzate delle escursioni culturali nel territorio dei Comuni del Logudoro ed in particolare del Comune di Cheremule, per favorire la conoscenza delle bellezze locali.

Durante tutto l'anno verranno organizzati degli incontri con degli specialisti, rivolti ai ragazzi ed alle loro famiglie, con oggetto l’integrazione sociale, la lotta al bullismo e al razzismo, in collaborazione con l’associazione Amicizia e Solidarietà ed il Panathlon Intenational che agisce per la diffusione dello sport, ispirato all’etica, alla solidarietà ed al fair play, collaborando con la scuola, l’università e le associazioni sportive e culturali.

Per stimolare l‘attività scolastica dei ragazzi facenti parte del progetto, verranno previste 10 borse di studio, del valore di Euro 100,00 per partecipare alle attività (organizzate dalla società proponente). Le borse saranno erogate a coloro che otterranno il miglior profitto scolastico e altre 10 ai ragazzi dei centri di accoglienza selezionati e scelti tra coloro che studiano, con la volontà di integrarsi anche attraverso l'attività sportiva.

Nella fase iniziale, il progetto è stato presentato pubblicamente, attraverso i max media e social network, principalmente, con un sito dedicato al progetto, con inserimento di video, foto, nella pagina facebook e youtube della Silvio Pellico Sassari, con un intervento sul TGR RAI Sardegna, sul TG Sportivo di Canale 12 Sassari, una presentazione sul quotidiano La Nuova Sardegna, sulle maglie dei ragazzi e istruttori del progetto. In ognuna di queste azioni di pubblicizzazione e promozione dell’iniziativa verrà evidenziato il sostegno della Fondazione di Sardegna e della Presidenza del Consiglio regionale della Sardegna. Ci teniamo a sottolineare che le attività verranno debitamente monitorate, attraverso i tecnici coinvolti, nonché i volontari che daranno periodicamente dei feedback al gruppo gestionale del progetto. Questo per poter individuare e risolvere eventuali criticità così da rendere il servizio svolto sempre più efficace ed efficiente nell’arco degli anni.

title-img

Galleria Fotografica

title-img

Staff & Istruttori

trainer-img

GALLERI GIAMPAOLO

Direttore Progetto

trainer-img

SCHIRRU ALESSANDRO

Istruttore

trainer-img

MANCA PIETRO

Istruttore

trainer-img

PALMAS ROBERTO

Istruttore

trainer-img

MACCIOCU GIULIA

Istruttore

trainer-img

FURESI MARIA LUISA

Istruttore

trainer-img

ENRICO MATTEO

Istruttore